Viaggiare in auto elettrica: i consigli per le vacanze

Partire con un’auto elettrica è una soluzione che soddisfa la voglia di totale indipendenza e la ricerca di un mezzo che non inquini e che possa entrare praticamente ovunque.

Prima di mettersi in marcia ci sono solo poche accortezze di cui tenere conto: vediamole insieme.

Organizzare un viaggio lungo in auto elettrica

L’unico tema a cui fare un po’ di attenzione quando si organizza un viaggio in elettrico è valutare la presenza e la distribuzione delle colonnine di ricarica, avendo più o meno presente l’autonomia del mezzo che vi porterà in vacanza e il tempo di ricarica necessario, a seconda della tecnologia della singola colonnina.

Come per le auto tradizionali, infatti, tra un modello e un altro può esserci una grossa differenza in termini di chilometri che si possono percorrere con un “pieno”.

In Italia la presenza delle infrastrutture di ricarica pubblica sta gradualmente crescendo e diventando sempre più capillare, su strade e autostrade, oltre alle colonnine installate da hotel, ristoranti e centri commerciali.

Per avere un’idea di massima sui numeri, secondo i dati 2020 dell’Osservatorio europeo sulla mobilità ecologica, in Europa ci sono 250 mila colonnine elettriche, con circa 12 mila stazioni di ricarica in Italia, di cui quasi 1000 colonnine veloci e superveloci, con una potenza rispettivamente fino a 50 e 350 kW, ideali per una ricarica rapida da 30 a 90 minuti.

Scegliere le soste durante il viaggio

Se il viaggio è lungo dovrete, quindi, prevedere delle soste intermedie per la ricarica. Come anticipavamo, visto che molte strutture sono all’interno di hotel e ristoranti, queste pause tecniche possono diventare un’ottima scusa per andare a visitare qualche posto nuovo.

Sulla mappa del nostro sito https://mobility.dufercoenergia.com, ad esempio, trovate indicate in azzurro tutte le Strutture Amiche che offrono i servizi di ricarica Duferco Energia, che hanno una particolare attenzione verso la sostenibilità e che sono ben attrezzate per accogliere i viaggiatori in elettrico.

Fuori dall’Italia, restrizioni permettendo, sicuramente i paesi migliori dove spostarsi sono in nord Europa, ad esempio in Svizzera, Austria, Germania e Francia.

Inoltre, ormai, le piattaforme online di prenotazione per hotel e bed&breakfast hanno inserito tra i filtri la presenza delle colonnine di ricarica, quindi è molto facile filtrare e trovare la soluzione migliore in base a questa specifica necessità.

Articolo precedente
Sharing mobility: un nuovo modo di concepire la mobilità urbana
Articolo successivo
La rete di Tesla Supercharger apre a tutti
Menu